Normativa sui Cookie

Acqua Novara.VCO utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita sul sito.
Proseguendo accetti l'utilizzo dei cookie.
maggiori informazioni

La Storia

Dal capoluogo novarese, con oltre 100.000 residenti, alle pianure, industrializzate e coltivate per lo più a riso. Dai laghi del Verbano e del Cusio, ai piccoli comuni montani della bassa Ossola.

In questo spicchio di Piemonte, dal luglio 2007, uno dei beni più preziosi e fondamentali per la vita dell’uomo é gestito da Acqua Novara.VCO S.p.A.

Un'azienda a capitale interamente pubblico, nata per soddisfare al meglio le esigenze idriche di un territorio esteso e variegato.

La nascita dell’ Azienda, che gestisce l’acqua nel VCO e nel Novarese, è frutto della Legge Galli (L. 36/1994), norma attraverso la quale è stato avviato in Italia un profondo processo di riorganizzazione del settore idrico, storicamente inefficiente a causa della estrema frammentazione degli operatori (oltre 13.000 nel 1994 su tutto il territorio nazionale). Frammentazione, che oltre ad impedire l’affermarsi di una gestione di tipo industriale, ha determinato una significativa disomogeneità degli standard qualitativi del servizio.


Per fare fronte a questa situazione, la legge  Galli ha assegnato alle autorità regionali e locali la riorganizzazione dei servizi di acquedotto, fognatura  e depurazione con i seguenti obiettivi:

  • superamento di una gestione frammentata, tramite la definizione di Ambiti Territoriali Ottimali (A.T.O) di dimensioni tali da consentire investimenti compatibili con le effettive necessità infrastrutturali;

  • superamento della divisione tra acquedotto, fognatura e depurazione, tramite la costituzione di operatori industriali responsabili della sicurezza alimentare dell’acqua potabile, del collettamento delle acque reflue e della loro depurazione prima della restituzione nell’ambiente;

  • separazione delle funzioni di regolazione, affidate alle autorità locali, dalla gestione del servizio, affidata ad un operatore indipendente.

Per dare attuazione alla legge Galli, 86 comuni delle province di Novara e del VCO (il cosiddetto ATO1), in data 22 dicembre 2006 hanno  sottoscritto un Accordo di Programma finalizzato alla costituzione ed al controllo del gestore unico d’ambito, individuato nella neo-costituita Acqua Novara.VCO S.p.A.

Nei successivi 12 mesi altri 50 comuni del territorio hanno aderisto all’accordo di programma e sono entrati nella compagine sociale di Acqua Novara.VCO S.p.A.
L’Accordo di Programma ha previsto che, Acqua Novara.VCO incorpori gli oltre 20 tra consorzi e società comunali presenti sul territorio e subentri  nelle oltre 100 gestioni comunali originariamente in essere.

Il 1° luglio 2007 Acqua Novara.VCO, mediante affidamento in-house, ha ottenuto la gestione del servizio idrico in tutti i Comuni del territorio dell’ATO1 ed ha avviato il processo di progressiva integrazione delle gestioni.
Nel corso del 2010 ha completato il processo di incorporazione di tutti gli enti gestori del servizio idrico della provincia di Novara.

Nel 2014 ha perfezionato l'incorporazione di Acque Nord, società operativa nella quale erano in precedenza confluite le gestioni di 40 Comuni del Verbano, del Cusio e della bassa Ossola.

La gestione affidata ad un'unica Azienda ha consentito un sensibile miglioramento delle prestazioni e il raggiungimento di più elevati standard di qualità, grazie all’industrializzazione dell’intero processo, ora realizzato con l’impiego di moderne tecnologie supportate da importanti investimenti in nuovi impianti.